Loading...
You are here:  Home  >  Politica  >  Current Article

PIccoli comuni – ambientiamoci

By   /  17 dicembre 2017  /  No Comments

    Print       Email

Il Parlamento italiano, con la ratifica del Senato, il giorno 28 Settembre 2017 ha approvato in via definitiva la Legge contenente le “, nonché disposizioni per la riqualificazione ed il recupero dei centri storici dei medesimi”. Più banalmente questa legge che vede come primo firmatario Ermete Realacci, Deputato ed ex Presidente di Legambiente, è conosciuta alla cronaca come “Legge sui Piccoli Comuni”. Un provvedimento ideato per la prima volta a cavallo tra il 1996 ed il 1997, dalla Consulta Nazionale dei Piccoli Comuni sotto la direzione di Giuseppe de Rita, sociologo ed editorialista de “Il Corriere della Sera”. Nonostante l’esigenza del provvedimento, più volte chiesto dai tanti amministratori locali per far uscire i territori da uno stato di trascuratezza, l’iter della legge è stato tutt’altro che semplice. Dal momento in cui è stata presentata per la prima volta la misura in Parlamento, fino alla sua definitiva approvazione sono trascorse, infatti, ben quattro legislature. Un tempo infinito. Oggi si può dire, finalmente, esista una legge Organica che non solo punta allo sviluppo dei piccoli centri abitati ma che allo stesso tempo contempla misure per la diffusione della banda larga ed agevolazioni nella rete di trasporti e per i servizi postali. Nel concreto saranno stanziati inizialmente cento Milioni di Euro come fondo per lo sviluppo strutturale ed economico dei Piccoli Comuni. Seguirà poi una seconda fase per l’erogazione di fondi aggiuntivi, collegata alla Legge di Bilancio. Questo risulterà uno strumento utile per molti Sindaci, che sommato all’estensione dell’Ecobonus, del Credito d’Imposta per favorire le certificazioni statiche degli Edifici ed alle incentivazioni dell’Edilizia pubblica e delle Imprese permetterà un sensibile incremento degli strumenti a disposizione dei Sindaci. Grande soddisfazione è stata espressa anche dal Pontefice, molto attento alle tematiche ambientali come riporta egli stesso nell’Enciclica “Laudato si”. Il 30 Settembre a margine di un’udienza svoltasi in Vaticano, di fronte ad una platea di duecento Sindaci italiani ha definito l’attività del Parlamento “una cosa importante che risponde concretamente alle esigenze dei piccoli centri”. C’è da augurarsi questa Legge aiuti l’Italia ad esser più forte e coesa per affrontare il futuro, puntando su un modello di crescita incentrato sul saper coniugare storia e saperi della tradizione con le nuove tecnologie. E che pian piano venga estesa anche ai Comuni medio-piccoli con una popolazione residente sopra i cinquemila abitanti.

Alessandro Cattelan

    Print       Email
  • Published: 1 mese ago on 17 dicembre 2017
  • By:
  • Last Modified: dicembre 17, 2017 @ 12:16 am
  • Filed Under: Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

Intervista al nuovo Segretario del circolo PD di None – Alessandro Cattelan

Read More →