Loading...
You are here:  Home  >  Attualità  >  Current Article

COMUNE E CARITAS: LAVORO UTILE PER IL SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DISAGIATE

By   /  17 dicembre 2017  /  No Comments

    Print       Email

Il 16 ottobre scorso la Giunta comunale ha approvato un protocollo di intesa con  la Caritas parrocchiale per la gestione di un fondo destinato ad intervenire a sostegno di persone in grave stato di indigenza e di fragilità sociale. L’amministrazione comunale da tempo ormai destina appositi fondi per aiutare le famiglie in grave stato di indigenza anche a seguito dell’incessante e grave stato di crisi occupazionale che colpisce il territorio comunale. Risulta aumentato il numero dei nuclei bisognosi di assistenza fornita attraverso la consegna generi alimentari di prima necessità, l’integrazione al canone di locazione, il pagamento delle bollette del gas e della corrente elettrica, le spese per l’assolvimento dell’obbligo scolastico).

Perciò, anche su segnalazione della medesima CARITAS locale, L’Amministrazione Comunale intende stanziare per l’anno in corso una somma pari ad € 8.500,00 in quanto una quota di € 1.500,00 è destinato al sostegno del progetto “Accoglienza Richiedenti Asilo”, al Sostegno famiglie Utenti Centri Estivi e al Coordinamento Pace;Il Protocollo di Intesa stabilisce che il fondo di 8.500 euro è da destinare al sostegno economico delle persone e delle famiglie che, versando in gravi condizioni di indigenza e di fragilità sociale in quanto prive dioccupazione, sono disponibili a svolgere attività pratiche volte alla manutenzione e conservazione del patrimonio comunale. E’ comprensivo dell’onere per l’assicurazione dei lavoratori;

La medesima CARITAS PARROCCHIALE assegnerà quote del fondo reso disponibile dal Comune  alle persone o ai nuclei famigliari in gravi condizioni economiche “verso la prestazione di semplici attività che si renderanno necessarie di volta in volta per la manutenzione e conservazione del bene pubblico”.

I soggetti avviati riceveranno una compensazione per le prestazioni effettuate, che, seppure modesto, ha un significato diverso rispetto al contributo solitamente corrisposto dalla CARITAS.

I soggetti da impiegare nell’esecuzione dei lavori devono essere segnalati dalla CARITAS PARROCCHIALE, previa consultazione e verifica con il Servizio Socio Assistenziale del CISA 12.

Gli stessi dovranno trovarsi in situazione di grave disagio economico e sociale dipendente dalla crisi occupazionali.

Le prestazioni occasionali da parte dei soggetti volontari individuati (valore orario € 10,00) verranno retribuite dalla sottoscritta CARITAS mediante il pagamento delle utenze relative ai servizi (luce – gas – riscaldamento – tassa raccolta rifiuti); canone locazione; farmaci e presidi sanitari; articoli, spese per assolvimento obbligo scolastico (abbonamenti…..) per massimo di € 500,00 complessivi, lordi, pro capite e per una sola occasione nel progetto di cui al Protocollo.

Le attività verranno segnalate dall’Ufficio Tecnico e riguarderanno lavori di giardinaggio, la manutenzione e la pulizia di edifici, strade, parchi e monumenti.

La CARITAS PARROCCHIALE dovrà fare apposita segnalazione al Comune del periodo di lavoro di ogni soggetto avviato.

Il testo è una buona base per intensificare la collaborazione tra Caritas e Amministrazione comunale e potrà rendere più incisivi, corretti, trasparenti e efficienti gli interventi a sostegno delle famiglie più disagiate. Se non interverranno modifiche e integrazioni, il protocollo approvato il 16 ottobre verrà firmato nelle prossime settimane.

 

    Print       Email
  • Published: 1 mese ago on 17 dicembre 2017
  • By:
  • Last Modified: dicembre 17, 2017 @ 1:10 am
  • Filed Under: Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

Cronache dal Festival Verdi, Ottobre 2017

Read More →