Loading...
You are here:  Home  >  Attualità  >  Current Article

Don Andrea Fontana – 50 anni da prete

By   /  17 dicembre 2017  /  No Comments

    Print       Email

Domenica 8 ottobre la parrocchia di None ha festeggiato i 50 anni di sacerdozio di Don Andrea Fontana, prete nonese che tanti ricordano da quando fu viceparroco qui, e lasciò un bel ricordo come insegnante di religione, animatore dei giovani, della catechesi, del gruppo biblico settimanale in giro per le case, e perfino per le raccolte-carta che si facevano per raggranellare qualche soldo per scopi sociali. Catecheta e scrittore, è stato animatore dell’LVIA, un’associazione di solidarietà e cooperazione internazionale, per la lotta alla povertà, lo sviluppo equo e sostenibile e il dialogo tra Italia e Africa, che lo ha portato ad alcuni viaggi nel terzo-mondo. Da molti anni lavora nell’Ufficio catechistico diocesano.

Nella sua omelia molto cordiale ha detto che, dopo aver scoperto l’amore di Dio nel seminario, il suo desiderio da sempre era di “stare in mezzo alla gente”.

Desiderava fare il parroco e invece l’obbedienza lo ha sempre portato su altre strade. “Sto facendo una cosa straordinaria, aiutando le comunità ad accompagnare chi desidera diventare cristiano a percorrere un bel cammino e entrare in relazione d’amore e di fiducia con il Signore Gesù. Italiani e stranieri che desiderano diventare cristiani.

Posso oggi, a distanza di anni, dire con fermezza che il Signore ha disegnato nella mia vita con il suo amore e la sua misericordia una trama bellissima. Se tornassi indietro, rifarei le stesse cose: belle, entusiasmanti e credo anche utili a molti che l’hanno detto o scritto. È il Signore che ha compiuto tutto ciò, aprendomi delle porte che altri mi avevano sbattuto in faccia, per presunzione o per invidia. Non importa se non ho fatto ciò che avrei desiderato: importa ciò che il Signore ha fatto attraverso di me, dove il Signore mi ha condotto nonostante tutto. A percorrere i villaggi dell’Africa e dell’America Latina; a predicare in tutte le regioni italiane; a incontrare persone meravigliose che con entusiasmo e intelligenza hanno accolto il vangelo. Non è stato opera mia, è stata opera sua.

Nel ringraziare Dio mi associo a santa Teresina, patrona della parrocchia dove abito nel dire: Sono felice di vedermi imperfetta e di aver tanto bisogno della misericordia di Dio nel momento in cui mi chiamerà a Sé. È così: non avrei potuto vivere neanch’io senza la misericordia del Signore. È solo per lui che ho passato i miei 50 anni di servizio presbiterale. Per nessun altro e per nient’altro”.

 

Grazie, Don Andrea.

 

 

    Print       Email
  • Published: 1 mese ago on 17 dicembre 2017
  • By:
  • Last Modified: dicembre 17, 2017 @ 9:31 am
  • Filed Under: Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

COMUNE E CARITAS: LAVORO UTILE PER IL SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DISAGIATE

Read More →