Loading...
You are here:  Home  >  Attualità  >  Current Article

Dichiarazione della commissione mensa

By   /  6 marzo 2017  /  No Comments

    Print       Email

Egregio sig. Sindaco,
abbiamo letto con stupore le dichiarazioni da Lei rilasciate alla stampa con le quali motiva le dimissioni anche a seguito delle contestazioni ricevute relativamente alla mensa.
Nell’ultimo anno abbiamo lavorato insieme con l’obiettivo comune di garantire agli utenti la qualità del servizio.
Abbiamo ringraziato Lei e il Segretario Comunale per la disponibilità all’ascolto, lo abbiamo fatto sia in sede di convocazioni della Commissione, sia in occasione di incontri più circoscritti presso il palazzo comunale.
Abbiamo espresso pubblicamente e più volte, anche durante la riunione dello scorso martedì, il dispiacere di vederla lasciato solo a gestire anche la mensa. Per questo motivo Le avevamo chiesto la sostituzione del consigliere delegato che a settembre aveva chiesto uno stop.  Questo perché comprendiamo bene che un Sindaco non può occuparsi di tutto in prima persona.
E’ vero, abbiamo sollecitato più volte l’Amministrazione Comunale affinché chiedesse a  Ladisa l’ottemperanza piena del contratto.
E’ vero, nella riunione sopra menzionata, qualcuno ha alzato i toni ma abbiamo immediatamente chiesto moderazione.
L’incontro si è chiuso con la sua presa di coscienza che, anche a seguito delle numerose non conformità rilevate in una sola visita ispettiva dalla ditta esterna a cui avete affidato il controllo sul corretto adempimento degli obblighi contrattuali di Ladisa,  era arrivato il momento di alzare il livello di attenzione. Per questo aveva dato disponibilità non solo a maggiori controlli, ma anche a consentire ai commissari visite non preannunciate al centro cottura.
Umanamente possiamo comprendere la difficoltà a conciliare e  sostenere i ritmi del lavoro privato e quelli della carica pubblica, ma non possiamo accettare che Lei e altri componenti della sua Giunta addebitino alla Commissione Mensa la responsabilità del suo cedimento.
Sindaco, Lei è persona onesta. Può spiegare  ai suoi concittadini che non hanno partecipato alle riunioni che cos’è, da chi è composta e quali sono i compiti della Commissione? Può spiegare che la Commissione, che vede nella sua composizione anche la presenza degli insegnanti referenti di plesso, è portavoce e garante dell’interesse dell’utenza che usufruisce del servizio? Può riconoscere che la Commissione ha lavorato e lavora  in modo oggettivo, nell’ambito dei poteri che le conferisce il regolamento comunale, sulla base di quanto prescritto dal capitolato e dall’offerta tecnica presentata dal fornitore?
Aggiungiamo che le dichiarazioni rilasciate all’Eco del Chisone dal Vice-Sindaco Bori sui presunti interessi personali della Commissione sono gravissime e diffamatorie. Spieghi il Vice-Sindaco, peraltro presente una sola volta alle riunioni, quali e di chi sono questi interessi.
Quale interesse personale ha ravvisato, per esempio, quando abbiamo chiesto di non utilizzare la verdura gelo o il purè in fiocchi?
Quale interesse personale ha ravvisato, per esempio, quando abbiamo chiesto la modifica del menù invernale che nella prima settimana prevede la somministrazione del riso per tre giorni consecutivi?
Quale interesse personale ha ravvisato, per esempio, quando abbiamo chiesto di utilizzare tra i prodotti a KM0 quelli provenienti dal nostro territorio, magari facendo lavorare i panettieri, gli agricoltori o gli allevatori di None?
Quale interesse personale ha ravvisato, per esempio, quando abbiamo chiesto la sostituzione di un cucchiaino di plastica con uno in acciaio perché si rompe in bocca ai bambini della scuola materna quando è somministrato lo yogurt?
Quale interesse personale ha ravvisato, per esempio, quando la Commissione si è fatta portavoce dei genitori affinché Ladisa, lo scorso anno scolastico, rilasciasse a tutti le attestazioni di pagamento dei buoni mensa al fine di usufruire degli sgravi fiscali?
Perché è di questo che stiamo parlando Sindaco.  Questi sono gli ambiti operativi della Commissione.
Noi prestiamo un servizio volontario e gratuito, a garanzia e tutela di un servizio pubblico, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Questo non significa, per entrambe le parti, essere sempre d’accordo su tutto. E l’eventuale disaccordo non può essere il pretesto per tacciare la Commissione di essere politicizzata. Diversamente prendiamo atto che non è garantito il confronto democratico.
Le chiediamo pertanto di lasciarci fuori dalle questioni politiche e di riconoscere alla Commissione il rispetto che merita.

None, 02/03/17      La Commissione Mensa
Barbara Beisone
Carmelo Beninati
Claudio Ambrogio Ceruti
Giuseppina Costantino
Sonia Randi
Emanuela Rattazzo

    Print       Email
  • Published: 10 mesi ago on 6 marzo 2017
  • By:
  • Last Modified: marzo 6, 2017 @ 3:31 pm
  • Filed Under: Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

InstallArte – Mercatini di Natale

Read More →