Loading...
You are here:  Home  >  Attualità  >  Current Article

Bella la festa ma forse…proporre, analizzare ed informarsi è meglio . Grazie. Risposta del direttivo Pro Loco al Direttore Codispoti

By   /  26 luglio 2015  /  No Comments

    Print       Email

Il direttivo Pro Loco, in seguito all’articolo del Direttore rappresentato dal Professor Codispoti, pubblicato nello scorso numero del giornale , ringrazia per i complimenti e rinnova la stima nei confronti del giornale, di chi lo redige e vi collabora , alcuni di loro in parte volontari Pro Loco .

Tuttavia riteniamo che il Direttore , in una presa di posizione un po’ di parte e dettata da slancio affettivo nei confronti della scuola presso la quale lavora , abbia omesso nel proprio articolo alcune IMPORTANTI informazioni.

Ci piace iniziare ricordando il significato di due parole, SCUOLA , ovvero istituzione sociale con lo scopo di educare e formare e la seconda, COMUNITA’ , la cui etimologia “ bene comune” ci suggerisce come i soggetti di una Comunità siano uniti anche da obblighi, il che non li rende soggetti completamente liberi ma li rimanda a dei doveri.

La Scuola è scuola anche di vita e di valori, quindi quale luogo migliore per far comprendere ai nostri ragazzi , ai futuri membri e dirigenti della nostra Comunità nonese , i valori di amicizia , solidarietà e sacrificio che ci vengono riconosciuti dal Direttore medesimo .

Nell’articolo del Direttore Codispoti si parla di “…suggerire alcune ragionevoli proposte.” Ebbene noi stessi siamo consapevoli che se esistesse un posto attrezzato e di adeguate dimensioni nel nostro paese , la scelta migliore sarebbe quella di spostare la festa in tale luogo , ma ahimè il posto attualmente non c’è e da parte del Direttore oltre alle osservazioni le proposte non sono arrivate . Sempre citando l’articolo si dice che “ si sa che avete tutte le autorizzazioni del caso a qualunque livello istituzionale “ salvo poi ritenere in modo infondato che “ le bombole non siano messe in sicurezza “ in merito noi rispondiamo facendo presente che la realizzazione di una festa parte con la consegna di un progetto di sicurezza e con la comunicazione alle autorità di competenza circa un mese prima .

In data 11 maggio la Pro Loco presentava il proprio progetto di sicurezza al corpo di Polizia Municipale ed in data 18 maggio, comunicava via mail al Sindaco ed al Dirigente Scolastico dell’ I.C. di None ,le tempistiche necessarie alla realizzazione del proprio progetto di sicurezza .

Tale comunicazione riferiva del trasloco materiale nel week end precedente alla festa , collocato in sicurezza dietro alle transenne , informava del montaggio del palco nella serata del lunedi’ e del montaggio del capannone nel pomeriggio del martedi’ . Questa è una prassi consolidata da anni , variata solo dall’anno scorso passando da lettera cartacea a mail . Si lasciava al personale competente la gestione delle situazioni di potenziale pericolo che probabilmente suggeriva o una maggiore attenzione per i due giorni di intervallo rimanenti o , qualora il potenziale pericolo fosse da ritenersi troppo elevato , lo svolgimento in aula dell’intervallo per due giorni ( un sacrificio per la Comunità ).

Volendo fugare comunque qualsiasi dubbio riteniamo giuste alcune precisazioni : le bombole di gpl non al sole , scollegate e sotto un certo numero , quindi un certo peso , non costituiscono un problema di sicurezza; inoltre essendo all’aria aperta anche se qualcuno fuggendo dalla vista di professori e personale scolastico addetto alla sorveglianza, che con un piccolo sacrificio educativo per la Comunità, li teneva sotto controllo le avesse aperte , dentro la gabbia in cui erano custodite , non sarebbe successo nulla ; i blocchi di cemento sono enormi , non grandi , e quindi facilmente individuabili di giorno , i ragazzi non possono tirarseli dietro e l’unico pericolo deriva dal fatto che se nessuno li avesse osservati potevano salirci sopra e lanciarsi dall’altezza di 80 cm , le forchette e altro presenti solo dal mercoledi’ sera erano principalmente nei cassetti se qualcosa fosse rimasto fuori ce ne scusiamo e faremo più attenzione.

Il palco era completamente transennato e con la scala al centro sopra , ci si poteva accedere solo infilandosi tra le transenne a circa un metro di altezza , eppure risulta che alcune classi lo abbiano usato per le foto di fine anno .

Passiamo all’argomento WC , ci fa piacere che qualcuno abbia notato dopo 2 anni che ci sia un WC sulla via… sì…. perché il bagno è collocato in posizione più arretrata da ormai due anni. Essendo chiuso a chiave e non si vedono ne i lavelli ne i water e da fuori appare come una normalissima struttura da cantiere o da campeggio , obbligata ad essere li’ dalla presenza in quel posto dell’unico punto di scarico in adeguata fognatura nera .

In ultimo soffermiamoci sulla pulizia del prato. Con questa nostra osservazione non vorremmo che qualcuno si offendesse ma sarà probabilmente cosa ben difficile. Come di consuetudine la settimana antecedente la festa abbiamo provveduto, con l’ausilio del Comune di None, al taglio dell’erba del cortile interno della scuola media “Ada Gobetti” e abbiamo scattato delle fotografie ad un cortile secondo noi in condizioni indecorose per una scuola. Con tutta sincerità alcuni di noi si sono vergognati di come i figli di questa Comunità tengano sporco il luogo dove trascorrono i loro intervalli : tappi, pennarelli, carte di merendine e bottigliette, regnavano nel prato che noi abbiamo pulito prima della festa e ripulito interamente compresi i bagni del cortile.

Abbiamo forse dimenticato i bagni interni della palestra fatti usare come spogliatoio a due band e ce ne scusiamo infinitamente , forse la stanchezza del giorno in più ha un po annebbiato i nostri doveri. Vorremmo infine precisare che nel prato sono effettivamente rimaste due zone con della cenere e piccolo legname bruciato che per settembre , ad inizio nuovo anno scolastico , saranno spariti …… nessuna fossa con mozziconi.

Per la parte dei giostrai non di nostra competenza e ci asteniamo da ogni commento .

Concludiamo dicendo che siamo favorevoli anche noi allo spostamento in altro luogo adeguato , lavoreremo anche noi in modo più veloce , meno dettato dalle dovute e giuste attenzioni nei riguardi della sede che ci ospita , ma un analisi la abbiamo fatta e purtroppo non abbiamo proposte che garantiscano gli standard igienici e di approvvigionamento idrico e sanitario che la nostra amata scuola, ( siamo tutti o quasi ex allievi), ci fornisce.

None Pro Loco

    Print       Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

COMUNE E CARITAS: LAVORO UTILE PER IL SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DISAGIATE

Read More →