Loading...
You are here:  Home  >  Turismo  >  Current Article

Valorizzazione dell’area di Stupinigi: protocollo d’intesa sull’individuazione di azioni comuni

By   /  21 aprile 2015  /  No Comments

    Print       Email

I Comuni circostanti l’area di Stupinigi si uniscono per la valorizzazione congiunta della Palazzina di Caccia, del Parco e dei Poderi

“Un tesoro sotto gli occhi e un sogno nel cassetto” – la Palazzina di Caccia e l’area circostante di Stupinigi sono senza dubbio un tesoro di valore inestimabile. Il sogno nel cassetto? Trasformare questo territorio in un polo che diventi punto di riferimento culturale, artistico e turistico su scala regionale, nazionale e internazionale. Da qui nasce il Protocollo d’intesa firmato il 17 aprile, presso il nuovo Info Point inaugurato a fine marzo, tra i sindaci dei Comuni di Nichelino, Orbassano, Candiolo, Beinasco, Vinovo e None. Con questo atto, consapevoli del notevole potenziale di sviluppo che ha questa splendida area, i sei Comuni si impegnano a lavorare in maniera congiunta per creare un sistema turistico strutturato, che faccia capo ad un unico grande progetto di valorizzazione della Palazzina di Caccia di Stupinigi e dell’area circostante. Tra gli obiettivi che si evincono dal Protocollo d’intesa, il censimento delle risorse di pertinenza dell’area, la collaborazione con l’Associazione “Stupinigi è..” e con tutti gli attori locali per sostenere ed attuare interventi di promozione e valorizzazione territoriale, la ricerca di fondi e finanziamenti nazionali o europei per sostenere il programma di lavoro, la partecipazione attiva delle Università e dei cittadini con proposte ed iniziative di promozione del territorio. I tre settori di pregio che riguardano il piano sono: la Palazzina di Caccia, patrimonio dell’umanità Unesco, che si vorrebbe far condurre da un unico Ente di Gestione in concorso con la Reggia di Venaria; i Poderi e le Cascine, per i quali si progetta la trasformazione in Atelier di artigiani ed artisti di alto livello; il Parco, che sarebbe riqualificato per essere fruibile a cittadini e turisti. Con la firma del Protocollo i Comuni e i cittadini prendono atto della bellezza e delle potenzialità dell’area di Stupinigi e pongono le basi per il suo recupero urbanistico, paesaggistico e turistico, attraverso progetti congiunti che le daranno nuova vita. Un bell’esempio di iniziativa “dal basso” per il nostro territorio.

Il protocollo d’Intesa sull’individuazione di azioni comuni volte a valorizzare l’area di Stupinigi” – ha spiegato il sindaco Enzo Garrone – ”è un progetto che parte dal basso, che fa sinergia tra i comuni ed è proiettato per fare azioni concrete per la valorizzazione di Stupinigi e dei territori limitrofi. Ritengo che la valorizzazione di Stupinigi e del parco, avrà sicuramente delle ricadute sul territorio, sulla ricettività, sul commercio, sulle produzioni agro-alimentari e sull’ulteriore valorizzazione delle eccellenze sul territorio (parlando di None mi vengono in mente le due industrie di cioccolato Streglio e Domori ed alcune aziende agricole presenti in zona). Purtroppo continuiamo a subire una de-industralizzazione e pur con numeri diversi, sono convinto che progetti come questo, abbinato con altri (Corona Verde/ la Via del Monviso/Il Feudo dei Nove Merli), possano essere da volano per la riqualificazione delle nostre zone e per delle nuove opportunità di lavoro.”

Sara Fiorentino

    Print       Email
  • Published: 3 anni ago on 21 aprile 2015
  • By:
  • Last Modified: aprile 21, 2015 @ 10:52 pm
  • Filed Under: Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

Hakuna Matata!

Read More →