Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Current Article

Intervista al wrestler nonese Vincenzo Libertini

By   /  21 aprile 2015  /  No Comments

    Print       Email

Il 9 maggio, a None, presso il Palazzetto dello Sport a Via Faunasco, si svolgerà il terzo show organizzato dalla ICW Wrestling. Nell’occasione, abbiamo intervistato colui che rappresenta il wrestling nel Nostro paese, Vincenzo Libertini. Il wrestling per Vincenzo è una grande passione che comporta molti sacrifici, quello che ci ha tenuto a sottolineare all’interno della Nostra intervista, è la spettacolarità di questo sport privo di violenza, che nelle due manifestazioni precedenti, ha attirato un buon pubblico, divertendo adulti e bambini. Sono 3 anni che hai iniziato questo percorso, quali sono i tuoi obbiettivi? “Il mio obbiettivo principale è puntare al mainroster” – ha esordito Vincenzo –“dove è possibile competere con i migliori professionisti del settore e magari, vincere qualche titolo come quello italiano, la mia ambizione è conquistare quello interregionale.” Quanti sacrifici hai fatto per arrivare dove sei ora? “Sicuramente sono stati notevoli e non è finita qui, molti parametri sono influenzati da grandi sacrifici, come il lavoro, la famiglia e soprattutto l’alimentazione. Sono di supporto alla federazione nell’organizzazione degli show e non solo. Riesci ad abbinare il tempo con il lavoro e questa disciplina? “Ni. Ci sono giorni in cui devo pensare solo a lavorare, oltre ai miei 3 bambini. Quando mi pongo il solo obbiettivo di allenarmi non c’è nulla che mi ferma, il mio fisico ormai è abituato e richiede allenamento. Non mi sento a mio agio se non mi alleno, so che il mio traguardo prefissato è vicino, quando ho questa sensazione spingo al massimo sull’acceleratore.” Segui l’alimentazione di braccio di ferro, spinaci tutti i giorni? “Magari, attualmente mangio di meno per asciugare la massa grassa ed aumentare quella muscolare. La mia alimentazione è alternata tra 50 g di pasta e 100 g di insalata sia a pranzo che a cena, oppure un solo uovo sodo: è un bel sacrificio. Siamo al terzo show, i primi due sono stati praticamente un successo di pubblico, soprattutto per i piccini, cosa volete trasmettere? “Partiamo dal presupposto che non vogliamo trasmettere violenza, il nostro, è uno show nel vero senso del termine, vogliamo far divertire il pubblico. Il Nostro wrestling è diverso da quello americano, ci ispiriamo a quello degli anni ’80 che interagiva con il pubblico ed è una grande soddisfazione vedere i bambini fare il tifo e sorridere.” Da buon nonese, per te la massima ambizione è quella di rendere None un punto di riferimento del wrestling. “Certo, il terzo show è stato organizzato portando atleti professionisti che provengono dall’estero. Nel nostro ambiente è giunta la voce che None vanta un pubblico caloroso, questo ha motivato i wrestler della nostra federazione ad esibirsi nel Nostro territorio. Lo show vanta collaborazioni con altre federazioni, americane ed europee. Ovviamente None, era una panorama sconosciuto e sono certo che risponderà come accaduto nei precedenti show.” Il prossimo avrà una marcia in più, oltre a pubblico e giornalisti, sarà presente la televisione attraverso il canale D-MAX, a riprendere l’evento, con un progetto alle porte molto interessante…non vogliamo rovinarvi la sorpresa. Non solo wrestling ma anche danza, “Il Mondo a passa di danza” di Nadia e Raffaella ci delizierà con un’esibizione, il 9 maggio ha tutte le premesse per essere una sana giornata di sport!

Luca Dragotti

 

    Print       Email
  • Published: 3 anni ago on 21 aprile 2015
  • By:
  • Last Modified: aprile 21, 2015 @ 10:43 pm
  • Filed Under: Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

1° TROFEO GERBOLE DI VOLVERA

Read More →