Loading...
You are here:  Home  >  Politica  >  Current Article

Risposta del Sindaco Enzo Garrone al Gruppo “Progetto Comune” – OGGETTO: Risposta all’interrogazione del Gruppo Consigliare “Progetto Comune” prot n° 1452 del 9 febbraio 2015.

By   /  25 febbraio 2015  /  No Comments

    Print       Email

OGGETTO: Risposta all’interrogazione del Gruppo Consigliare “Progetto Comune” prot n° 1452 del 9 febbraio 2015.

Con riferimento alla Nota del 09.02.2015, pervenuta in pari data prot. 1452, con la quale i Consiglieri del Gruppo Consiliare “PROGETTO COMUNE”, signori Domenico BASTINO, Giovanni GARABELLO, Laura FERRARI, Federico CIAFFI, interrogano il Sindaco in merito alla situazione attuale del CISA 12, con la presente si espone quanto segue.

1A) I servizi erogati dal CISA 12, nel corso dell’anno 2014, con riferimento alla popolazione nonese possono così riassumersi :

  • Interventi in aiuto di minori, famiglie e adulti in difficoltà. Risultano essere stati offerti n.109 servizi suddivisi principalmente in: educativa territoriale (n. 10), affidamento familiare (n. 9), assistenza economica ai nuclei in difficoltà (n. 61), interventi con autorità giudiziaria (n. 20), interventi nelle classi per il sostegno alla genitorialità (2 classi);

  • Interventi di assistenza agli anziani. Si tratta di n. 56 servizi erogati, di cui n. 16 di assistenza domiciliare, n. 19 ricoveri di sollievo/centri diurni, n. 21 contributo economico per prestazioni di lungo assistenza ai sensi della Deliberazione Giunta Regionale n. 39/2009.

  • Per quanto riguarda il “Programma disabili”, nel corso dell’anno 2014, si è avuta da parte del CISA 12 l’erogazione di servizi complessivamente per n. 24 residenti di None con l’utilizzo, per l’educativa territoriale, di cui sono destinatari n.11 Nonesi, del nuovo Centro diurno di Via Santarosa.

  • Riassumendo gli Utenti nonesi in carico al Servizio Sociale di Base sono stati nel 2014 n. 255 di cui 48 minori, 117 adulti e famiglie, 24 disabili e 66 anziani.

I servizi totali forniti dal CISA NELL’ANNO 2014 sono compiutamente descritti nella Relazione Previsionale e Programmatica Periodo 2015/ 2017 di cui si allega copia (all. B).

1B) Per quanto concerne l’aspetto finanziario, il consuntivo 2013 evidenzia entrate complessive di competenza pari a € 5.752.053,62 e spese complessive pari ad € 5.986.608,98 (incluse quelle finanziate con Avanzo di Amministrazione anni precedenti). I servizi erogati, in termini di valore pro capite, per il 2013, risultano decisamente più elevati: infatti, a fronte del versamento della quota pro – capite di 39,00, per quanto riguarda la spesa sostenuta dal Consorzio, per ciascun abitante di None, essa si è attestata in 61,91, mentre il valore complessivo dei servizi resi ( CISA + Sanità) ha raggiunto l’importo di € 125,78, pari all’8% della spesa complessiva.

Si allega la Performance 2014-2016, il Conto Consuntivo 2013 e la Relazione al Conto e la Relazione Previsionale e Programmatica anno 2015 (all. A, B e C).

1C) A riguardo delle liste di attesa:

  • Anziani: Lista d’attesa inserimento in struttura graduatoria aggiornata al 30.11.2014, n. 8. In attesa di contributo economico ai sensi della DG. 39/2009, al 30.11.2014, n. 15.

  • Disabili: Liste d’attesa del Programma Disabili al 30.11.2014, n. 0

  • Per quanto riguarda l’accesso al servizio sociale di base anche nel 2014 non vi è stata lista d’attesa poiché dalla richiesta/segnalazione alla presa in carico e attivazione degli idonei interventi, trascorre in media un periodo che va dalla settimana, per le urgenze, al mese. La riduzione del 30% dei servizi educativi, dovuta al calo degli stanziamenti di bilancio già attuata nel 2013, ha determinato la necessità di valutare l’urgenza delle situazioni segnalate e la conseguente definizione di una lista d’attesa (ora attestata su n. 6 casi su tutto il comprensorio CISA 12). Rimane, come lo scorso anno, l’aumento delle richieste di aiuto economico per il pagamento degli affitti, delle spese domestiche, delle spese condominiali e del riscaldamento, sia del mercato libero sia di edilizia popolare. I contributi economici dell’area minori e famiglie sono stati per l’80/85% finalizzati a: posticipare o bloccare sfratti, anticipare caparre per nuovi alloggi, pagare accoglienze di nuclei familiari con figli, pagare bollette domestiche, evitare o ripristinare interruzioni di luce, gas.

  • Si segnala inoltre che quest’anno è stato caratterizzato dall’aumento degli inserimenti in comunità di mamme con figli in seguito a denunce di maltrattamento intra – famigliare. Le richieste di aiuto legate alle violenze domestiche vedono il CISA 12 impegnato a definire accordi e collaborazioni con i servizi sanitari dell’ASL TO5 (DEA ospedalieri, consultori, ecc.) per affrontare le singole situazioni con l’appropriata metodologia anche in carenza globale di risorse.

Si allega la Performance 2014-2016, il Conto Consuntivo 2013 e la Relazione al Conto e la Relazione Previsionale e Programmatica anno 2015 (all. A, B e C). Per quanto riguarda le prese in carico concernenti il territorio di None, i documenti di cui sopra danno ampia descrizione, evidenziando per ogni area anche le liste di attesa.

2) In merito al possibile aumento della quota pro – capite, si segnala che già la precedente Amministrazione Comunale (rispettivamente a valere sui Bilanci 2010, 2011 e 2013) aveva previsto l’incremento della quota nella misura di € 1 per abitante. Purtroppo l’iniziativa di None non trovò all’epoca pari riscontro da parte degli altri Comuni Consorziati e, pertanto, l’Amministrazione stabilì di destinare l’accantonamento 2011, sempre tramite il Consorzio, a fronteggiare esigenze abitative (morosità) di residenti in None. Recentemente, i Comuni consorziati hanno ricevuto sollecitazioni anche da parte delle Associazioni UTIM, Il Giglio, Altro Domani e Il Raggio di Sole in merito alla possibilità di aumento della quota pro capite (lettera del 16/12/2014). A tale richiesta, ritenuta peraltro corretta e giustificata, è stato dato riscontro con Nota prot. n. 1990 del 20/02/2014; purtroppo, visti i gravi tagli ai Comuni, si è evidenziato come, anche per quest’anno, permangono le difficoltà nell’incrementare la quota. Tale decisione è stata concordata tra le amministrazioni facenti parte del CISA 12.

In allegato la risposta (all. D)

3) In merito all’educativa territoriale si sono tenuti alcuni incontri informali con il CISA e la Dirigenza scolastica, in occasione dei quali è stata confermata la disponibilità professionale del CISA a tale servizio, che deve ovviamente trovare riscontro nella Direzione scolastica, anch’essa dichiaratasi disponibile, per quanto concerne una linea di collaborazione sui casi che presentano problematiche d’inserimento e integrazione. Inoltre, per l’educativa territoriale, è stato verificato da parte di questa Amministrazione che la nuova struttura di Via Santarosa, destinata dalle ore 09:00 alle 16:30 a “Centro Diurno Disabili” è disponibile dalle ore 16:30 in avanti per le attività di educativa territoriale a favore dei minori, qualora se ne presenti la necessità. Questo è un progetto che stiamo portando avanti in concomitanza con il nuovo anno scolastico.

4.) SFRATTI – Si evidenzia che i problemi abitativi legati alla crisi lavorativa sono diventati emergenti e richiedono interventi differenziati considerata anche l’attuale mancanza di case di edilizia popolare e l’impossibilità da parte dell’ATC, sempre a causa di carenze economiche, di compiere ristrutturazioni radicali (es. dividere appartamenti molto grandi occupati solo da 2/3 persone) o semplici rinnovamenti per procedere alle assegnazioni di appartamenti in disponibilità. Per quanto riguarda il CISA12, quest’ultimo collabora con i servizi comunali nel contrastare le situazioni di povertà con integrazioni reddituali al fine di posticipare o bloccare sfratti ,come già in precedenza accennato.

Allo stato attuale, i tre casi critici sono stati momentaneamente risolti anche con l’aiuto della Caritas Parrocchiale.

In merito alla problematica sfratto, si aggiunge che quest’Amministrazione ha stipulato un protocollo d’intesa con il “Comitato Rete Casa del Pinerolese” con la finalità di valutare complessivamente la situazione abitativa sul nostro territorio, collaborando con tutti gli enti pubblici e privati impegnati in questo settore per contribuire a fornire una risposta al fabbisogno abitativo in None, avvalendosi di un’esperienza di una rete locale che già opera da anni nel pinerolese.

In allegato la delibera di giunta (All. E.)

5.) Centro diurno anziani. Negli anni scorsi l’ASL TO 5 ha subito una sostituzione del vertice aziendale e non ha dato corso alle promesse di convenzione con l’Agape di None al fine di inserire nella struttura nonese un congruo numero di ospiti con patologie neurovegetative. Occorrerà riprendere il discorso rilanciando, d’intesa con le amministrazioni comunali che concorrono con il CISA e il Distretto Sanitario allo sviluppo delle politiche del Welfare, un’azione incisiva nei confronti della nuova direzione che prossimamente s’insedierà.

Per completezza si ritiene di evidenziare l’apertura a None, presso l’edificio ex Chiesa di sant’Anna, in Via Santarosa 72, del “Centro Diurno Socio Terapeutico Riabilitativo per disabili”,  avvenuta il 1° Luglio 2013, struttura autorizzata con Determinazione della Regione Piemonte n. 153/2013, con capienza massima di 20 utenti. L’iniziativa, fortemente voluta dall’Amministrazione precedente, ha consentito di attivare a None un’importante struttura che ospita disabili intellettivi, che non necessitano di particolari cure. In essa vengono svolte attività riabilitative e socializzanti, e, per i ragazzi più giovani e con maggiori potenzialità, vengono proposti laboratori per il potenziamento delle abilità manuali, cognitive, creative.

None, 23 febbraio 2015

IL SINDACO

Enzo GARRONE

    Print       Email
  • Published: 3 anni ago on 25 febbraio 2015
  • By:
  • Last Modified: febbraio 25, 2015 @ 10:34 pm
  • Filed Under: Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

Intervista al nuovo Segretario del circolo PD di None – Alessandro Cattelan

Read More →