Loading...
You are here:  Home  >  Salute e benessere  >  Current Article

Mal di testa e correlazione con alcuni alimenti

By   /  26 ottobre 2014  /  No Comments

    Print       Email

Dalla omeopatia , ai farmaci innovativi all’agopuntura, ogni tipologia dei nostri mal di testa ha la propria terapia. Ma ATTENZIONE!!!! Con il semplice e sbrigativo metodo fai da te ed assumendo troppi analgesici, si va incontro a bruttissime sorprese, una su tutte è rendere cronico il nostro malessere. C’è chi sta male durante il weekend, chi si sveglia in piena notte con una fitta alla testa, chi crolla mangiando un gelato, chi non sopporta gli odori forti, chi sta male quando cambia il tempo eccetera. A volte il dolore dura un’ora soltanto, mentre a volte ci tormenta per giorni interi. Potrebbe vagare in una zona tra orecchio occhio e collo, può essere localizzato ad una singola zona della testa, oppure come spesso accade viene recepito sull’intera area della testa, insomma a ciascuno la sua cefalea. E’ vero che sempre più spesso nei casi di mal di testa cronici o mal curati, alla base di essi c’è quasi sicuramente una predisposizione genetica. I tre tipi di mal di testa più diffusi nella nostra comunità europea sono: la cefalea di tipo tensivo, la cefalea a grappolo e l’emicrania. Da un’indagine svolta da una famosa università, si è accertato che la cefalea di tipo tensivo colpisce ogni anno il 60% della popolazione, la cefalea a grappolo colpisce in genere una persona ogni 1000, in prevalenza gli uomini con una frequenza di 3-4 volte maggiore, mentre l’emicrania colpisce in prevalenza il 18% delle donne e l’8% degli uomini. Succede che i fattori scatenanti dilatano i vasi che irrorano le meningi che a loro volta rilasciano delle molecole che attivano i recettori del dolore. Et voilà un gran mal di testa. Quando un bambino ci dice che il mal di testa può facilmente essere scambiato per un bambino capriccioso, ma non è mai da sottovalutare, perché per un bambino la descrizione dei sintomi di un dolore può risultare molto difficile. Ma i loro malesseri non vanno mai assolutamente sottovalutati, il mal di testa che ci viene ad esempio quando mangiamo un gelato, è dovuto al fatto che l’alimento freddo ingerito dilata molto rapidamente l’arteria principale cerebrale anteriore, questo genera un dolore istantaneo che generalmente passa in pochi secondi. Di seguito una piccola tabella sugli alimenti che facilitano gli attacchi.

Gli alcolici Favoriscono la vasodilatazione
Il formaggio stagionato e

Il cioccolato

Interferiscono con la serotonina
Il dado da brodo e i cibi

della cucina cinese

Contengono glutammato che favorisce l’eccitabilità cerebrale dando via agli attacchi
Insaccati ed hot dog Contengono nitrati che favoriscono la vasodilatazione
Il caffè Che è uno stimolante naturale del sistema nervoso

Detto tutto ciò: non e che tutti questi alimenti non bisogna consumarli , ma solo che dobbiamo assumerli con più attenzione rispetto ad altri, cioè (non molto spesso). A voi tutti buona vita con le linee guida del MONDO DI NONE.

Vincenzo Antonio Ferraro

Personal Trainer Qualificato F.I.F e FIEFS

Riconosciuto da CONI ed EFA

 

    Print       Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

I migliori 10 motivi per praticare il pilates

Read More →