Loading...
You are here:  Home  >  Politica  >  Current Article

Franti è uno dei compagni di Enrico Bottini…

By   /  22 maggio 2014  /  No Comments

    Print       Email

Franti è uno dei compagni di Enrico Bottini,  l’io narrante del libro Cuore di Edmondo De Amicis. Una faccia tosta e trista, lo definisce l’autore. Ben mi si addice, perché ho avuto l’ardire di incorniciare l’intervista di Giovanni Garabello (pag. 5, numero di marzo), candidato sindaco della lista “Progetto Comune”, con una foto che poco aveva di istituzionale rispetto alle imma-gini adeguate e consone degli altri concorrenti alla poltrona di primo cittadino. A giudizio dell’interessato, a cui ben si si confà la frase di Flaubert “la stupidità consiste nel voler trarre delle conclusioni”, quella fotografia è sembrata irridente e maliziosa e di fatto non rendeva merito ad un personaggio di tale tempra. Infatti Garabello, nel profilo su facebook intestato alla lista “Progetto Comune”, dimostrandosi nella fattispecie suscettibile, o per essere politicamente corretto “diversamente sensibile”, senza nominare il giornale e il responsabile di tanto mi-sfatto, così rispondeva: “Le scelte grafiche di certa stampa locale a qualcuno sono sembrate infelici, una scorrettezza se non addirittura una provocazione”. E poi roboante aggiungeva: “A molti, moltissimi invece risultano come un rafforzamento, forse involontario, dell’idea che LA MUSICA STA CAMBIANDO! “. Al termine di tale reprimenda, la stoccata finale, come un ammonimento a serrare le file: A nulla servirà che l’angelico Garrone si affidi al monello Franti! “

Devo dire che l’accostamento mi ha divertito e per questo me ne approprio; le uniche  cose  che un po’ mi sono dispiaciute sono la scomunica del giornale e l’attacco sopra le righe perpetrato nei confronti del buon Dragotti, che nulla poteva rispetto ai criteri grafici.

Confermo che la  scelta della fotografia di Garabello, con in mano la chitarra e circondato  dalla moglie e dagli amici, mentre intonano un canto, intendeva certificare proprio l’assioma che ha fatto la fortuna del gruppo, ovvero quel “nonunomanoi”, quale marchio di denominazione di origine controllata e garantita del “Progetto Comune”.  In altre parole intendeva rispondere semplicemente alla cosiddetta “aura”. Cosa vuol dire questo termine? Secondo Roland Barthes, il grande semiologo  francese, l’aura è l’hic e nunc dell’immagine, il qui e ora che la rende unica e irripetibile. Ecco, modestamente, in quella fotografia, ho scorto l’aura di Garabello: nelle sue mani strimpellanti ho individuato il profilo del soggetto, la sua verve e il suo ta-lento musicali, la sua potenzialità aggregante. In effetti, me ne rendo conto solo adesso, gli ho dato troppo merito con le mie preferenze stilistiche. Dispongo di un archivio fotografico   piuttosto consistente, vista la ventennale attività al servizio del giornale, ma ahimè, non ho del candidato sindaco alcuna immagine istituzionale. Me ne rammarico. Per curiosità sono andato a visitare il sito del “Progetto Comune” e ho visto le tante immagini del succitato Garabello: molte lo ritraggono con uno strumento musicale in mano, che sia a corda o ad arco. Altri contesti musicali, naturalmente! Ce n’è una, però, che finalmente gli rende onorabilità e giustizia: fazzoletto tricolore al collo, asta della bandiera sindacale stretta in pugno. Piglio sicuro, alla testa di qualche manifestazione istituzionale. Nuovo partigiano: Fischia il vento, urla la bufera / Scarpe rotte eppur bisogna andar / A conquistare la rossa primavera / Dove brilla il sol dell’avvenir

Hasta la victoria siempre, comandante Che Guevara!

P.S. La foto, sicuramente migliore di quella pubblicata nel numero precedente, è stata scaricata dal profilo facebook della lista “Progetto Comune”.

A  tale proposito, tra l’ironia e il ridicolo anch’io preferisco la prima strada.

Gregorio CODISPOTI

    Print       Email
  • Published: 4 anni ago on 22 maggio 2014
  • By:
  • Last Modified: maggio 25, 2014 @ 9:18 pm
  • Filed Under: Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

Intervista al nuovo Segretario del circolo PD di None – Alessandro Cattelan

Read More →