Loading...
You are here:  Home  >  Sanità  >  Current Article

Il Capitale Umano: risorsa su cui investire o su cui “tagliare”?

By   /  22 maggio 2014  /  No Comments

    Print       Email

 

Nel periodo di crisi che stiamo vivendo un interrogativo come questo risulta quanto mai attuale; poiché, se è vero che è in atto un cambiamento epocale nel mercato del lavoro – al quale è necessario adeguarsi se si vuole mantenere un minimo di concorrenzialità a livello europeo ed internazionale – è anche vero che “flessibilità” e “riduzione” non debbono essere sempre e comunque le risposte ad ogni problema.

Anzi, soprattutto quando si parla di Risorse Umane, quindi di uomini e donne che danno un apporto fondamentale e insostituibile ad un’impresa o ad un’azienda, tagliare i costi della formazione o licenziare può addirittura essere controproducente: nel medio-lungo periodo, infatti, i risultati possono essere disastrosi, con delle mancanze e delle incompetenze all’interno del sistema, difficili poi da colmare.

Tale assetto di cose è ben evidenziato dal recente sondaggio (novembre 2013) condotto dall’Istituto Piepoli: ben il 65% degli intervistati ha ritenuto che le aziende investano ancora troppo poco sugli skills e sul training on the job delle loro risorse umane, mentre per il 79% il ruolo svolto in questo ambito dai top manager e dalla direzione hr dovrebbe essere cruciale e non sempre lo è.

Soprattutto, poi, in termini di merito nella ricerca e selezione del personale, addirittura il 61% ritiene che tale criterio sia poco o niente utilizzato.

Si ritorna, qui, all’ormai trito e ritrito discorso sulla meritocrazia, che in Italia sembra latitare: e se l’escamotage per risalire la china fosse proprio questo? Premiare il merito, l’impegno, il talento e la fatica, prima di ogni altra cosa?

Quel che è sicuro è che le aziende italiane debbano riflettere anche su questo, per apportare quei cambiamenti tanto auspicati e non più procrastinabili.

Lorenza Ippolito

    Print       Email
  • Published: 4 anni ago on 22 maggio 2014
  • By:
  • Last Modified: maggio 25, 2014 @ 9:15 pm
  • Filed Under: Sanità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

Interventi per i ragazzi disabili

Read More →