Loading...
You are here:  Home  >  Motori  >  Current Article

Bmw Serie 4: pronta l’erede della Serie 3 Coupè

By   /  20 ottobre 2013  /  No Comments

    Print       Email

la-nuova-bmw-serie-4-coupe-p90124864-highres

Berlina, Touring, Gran Turismo… la nuova Serie 3 è stata presentata in quasi tutte le sue configurazioni standard con l’esordio di una new entry, la Gran Turismo. Gli appassionati avranno notato che manca un erede della Serie 3 Coupè, nota soprattutto per la celebre M3 Coupè, la “cattiva di turno”, che ha oltrepassato i 25 anni. Niente paura, la casa dall’elica bianco blu ha in cantiere l’erede della Serie 3 Coupè con una rilevante novità: da oggi, le versioni a due porte del nucleo familiare della Serie 3, diviene una famiglia a sé, quella della Bmw Serie 4.

I tedeschi hanno optato per questa soluzione per dare una caratterizzazione sportiva più evidente rispetto al passato. Questa scelta vale anche per la futura versione Cabrio, che vedremo percorrere le nostre strade non prima del 2014. Il nome è cambiato ma la sostanza è la stessa: la Serie 4 non è altro che la Serie 3 berlina con due porte in meno. La meccanica è la medesima della berlina ma è chiaro che il messaggio dei tecnici tedeschi è quello distinguerla dalla gamma da cui deriva. L’auto dà la sensazione di essere ben piantata a terra grazie alle carreggiate larghe (4,5 cm davanti ed 8 dietro),  mentre i parafanghi posteriori evidenziano una larghezza maggiore rispetto al passato. Questa scelta dei progettisti e dei designer, è stata effettuata per sottolineare il dinamismo, ma soprattutto per rivendicare la sua natura di trazione posteriore. Esteticamente, il frontale è l’elemento più evidente che sottolinea la parentela con la berlina, infatti presenta proiettori che toccano il doppio rene della presa ad aria ma l’insieme si presenta, come detto in precedenza, più appiattito ed allargato.

Nonostante sia una vettura sportiva e coupè, la Serie 4 rimane una vettura “da famiglia”. Non mancano i centimetri  nell’abitacolo, 4 persone siedono comodamente e senza troppe pretese, possono andare in vacanza tranquilli grazie ad un baule che offre ben 445 litri di capienza. La plancia è la medesima della Serie 3 berlina, i comandi restano intuitivi per il guidatore ed il navigatore da 8,8” (optional), è ben visibile. Il cruscotto presenta una grafica neandertaliana, semplice ma sempre ricercata dai puristi del marchio. La gamma dei propulsori prevede in fase di lancio le 428i (2.0 da 245 cv), 435i (3.0 da 306 cv) e 420d (2.0 da 184 cv), presto accompagnate dalle 420i, 430d, 435d e dall’attesissima M4, che tutti appassionati non vedono l’ora di vederla percorrere le nostre strade. Sul posto di guida, una volta in moto, dopo qualche chilometro ci si accorge che gli ingegneri hanno puntato anche sulla comodità, il comportamento è affidabile e prevedibile con una lieve tendenza ad allargare le curve con l’anteriore, se ci si avvicina al limite.

Luca Dragotti

    Print       Email
  • Published: 4 anni ago on 20 ottobre 2013
  • By:
  • Last Modified: aprile 20, 2014 @ 4:15 pm
  • Filed Under: Motori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

COMUNICATO STAMPA – ANALISI: 6 anni di Superbollo

Read More →