Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Current Article

OMOLOGATO “RECORD DELL’ORA” 2012 : ASTEGIANO BI-TRICOLORE

By   /  20 settembre 2013  /  No Comments

    Print       Email

Bici

Nel giorno dell’omologazione Michele rinuncia definitivamente ad un tentativo 2013 già programmato

OMOLOGATO “RECORD DELL’ORA” 2012 : ASTEGIANO BI-TRICOLORE

Ora pausa di riflessione. Poi ritiro definitivo oppure l’ultimo attacco all’americano Fuller a fine 2014

tempo sono stati pubblicati i risultati degli esami antidoping eseguiti sui campioni di sangue e urine prelevati al termine della gara mondiale del 28-10-2012 nel Velodromo Internazionale “FASSA-BORTOLO” di Brescia/Montichiari su Michele Astegiano. Il corridore nonese è risultato negativo. A seguito di ciò, unitamente ai verbali dei cronometristi e a quelli della giuria che certificavano una gara regolare (priva cioè di infrazioni, di ammonizioni o di squalifiche) il risultato sportivo scaturito al termine di quella gara, (e cioè la conquista del primato italiano dell”Ora” cat. “M7/uomini”) è stato ufficialmente e definitivamente omologato. Il nuovo Record Italiano dell”Ora” di Michele Astegiano risulta ufficialmente di 40,99054 km/h e non come erroneamente riportato da alcuni media cartacei e on-line di 40,929 km/h. Ora Michele è campione italiano in due categorie (“M6” ed “M7”). Il record “M6” rimane, al momento, di 40,788 km/h. Questo per il passato, ma per il presente ed il futuro diverse voci si rincorrono. Ad esempio: a) si è definitivamente ritirato b) ci proverà un’ultima volta nel 2013 c) no, sarà nel 2014… Chiediamo a lui dove sta il vero

In effetti dovevo correre un’altra gara a fine 2013

Parli al passato; non corri più, quindi?

No. Purtroppo a un certo punto della stagione sono venute a mancare certe condizioni e per colpe non mie, ad un certo punto . mi sono rotto e ho buttato per aria il tavolo.

L’organizzazione quindi era a buon punto?

Altro che! Era già tutto definito fin nei minimi particolari. Infatti alle ore 17.00 di domenica 10 novembre 2013 sarei entrato . in pista nel velodromo svizzero “Vel d’Hiv” di Ginevra per l’ultimo attacco della mia carriera al record dell’”Ora” di Kenny . Fuller (USA). Nel primo pomeriggio mi avrebbe preceduto un grande concerto della Banda Musicale Filarmonica del Comune . di Pomaretto(TO), nuovamente invitata dopo i due successi riportati al Velodromo di Brescia nel 2010 e 2012.

Ora quali sono le prospettive future?

Per me, avevo già deciso il ritiro definitivo. Poi, dietro le pressioni di varie figure(sponsors, staff medici, tecnici, dirigenti . federali …) convinti, bontà loro, (a differenza del sottoscritto) che io abbia ancora parecchio da dire in questa specialità ho . accettato di rifletterci un po’ su. Terrò presente che le ossa e la pellaccia in gioco sono le mie, e quei piedi avvitati su di una . bicicletta con pignone fisso e senza freni che corre su una superficie liscia e scivolosa e che nelle paraboliche ricorda la ripidità . dei muri di casa non è il massimo dell’incoraggiamento per un emotivo come me; uno che se la fa sotto dalla fifa ogni volta . che gli arriva la curva in faccia condita dai ricordi di incidenti e fratture subìte in ambienti simili in un mio recente passato.

Senza voler essere indiscreti ed entrare in dettagli troppo personali, possiamo chiederti solamente il colore del body che . avresti indossato in gara? Ci può far capire molte cose….

Avrei indossato una divisa rossa, anzi, per l’esattezza, rosso-crociata. Colori ai quali rimango comunque molto riconoscente . in quanto i miei problemi non sono nati da lì.

La decisione a quando?

Il prima possibile, comunque non oltre l’autunno in quanto una preparazione simile necessita di un anno di lavoro e di almeno . 15-20.000 km nelle gambe. In più, pretenderò da certa gente, meno parole e più impegni scritti nero su bianco…

A risentirci allora in autunno; noi intanto speriamo di rivederti ancora in sella. A presto.

    Print       Email
  • Published: 4 anni ago on 20 settembre 2013
  • By:
  • Last Modified: aprile 20, 2014 @ 3:23 pm
  • Filed Under: Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

1° TROFEO GERBOLE DI VOLVERA

Read More →