Loading...
You are here:  Home  >  Politica  >  Current Article

Lettera Elidio a Violante

By   /  20 settembre 2013  /  No Comments

    Print       Email

Mitt. Elidio Dellacqua
Via Santa Maria 8
Scalenghe     (To)

Scalenghe  7 settembre 2013
Egr. On Violante
Torino

Devo essere sincero, ho letto attentamente le sue dichiarazioni, che contengono   valutazioni a proposito della decadenza berlusconiana, comparse sull’Unità del 31 agosto, ci ho pure riflettuto sopra per qualche giorno , per me i suoi argomenti , come dite voi giuristi , sono totalmente privi di fondamento politico e giuridico.

 I nostri comportamenti, parlo del PD, sono stati fortemente ancorati ai principi di democrazia legalità e uguaglianza, chi ha sbagliato nel PD ha giustamente pagato, caro e salato, veda l’ultima vicenda della ex ministra Josefa Idem.

La sinistra, ma anche l’istituzione giudiziaria  non ha mai impedito all’ex cavaliere di difendersi in questi dieci anni di durata del  processo , neppure ora che il procedimento si è concluso con 208 pagine che inchiodano l’imputato e certificano le sue malefatte.

Anzi il sen. Berlusconi ha goduto di ultra- difese nel processo sia per le leggi ad personam (e contra persona come giustamente ha scritto lei) sia per lo stuolo di avvocati che lo hanno sostenuto e che nessun cittadino italiano si sarebbe potuto permettere.

Nessun cittadino italiano si sarebbe sognato di poter far eleggere il proprio  avvocato di fiducia come parlamentare.

Infine in tutti questi anni  l’ex cavaliere  ha sempre considerato l’istituzione giudiziaria partigiana, i processi intentati contro di lui un malvagio complotto della sinistra,  silente quando veniva assolto, pronto a parlare di persecuzione  da parte della “magistratura politica” se viene condannato.

                   Il nostro, non solo è privo di senso dello stato , è privo di ogni rispetto nei confronti   dei giudici, dei pubblici ministeri, delle forze dell’ordine che hanno perso la vita , o la libertà , per essere stati strenui difensori della legalità , e nonostante le offese gravi del senatore Berlusconi e suoi sodali parlamentari, continuano a rischiare la loro esistenza per garantire libertà e democrazia  che lei invoca a favore di chi dimostra solo ingratitudine .

Chi si ostina a proporre il ricorso alla corte costituzionale , ammesso che sia  correttamente proponibile, (ma per questo rinvio alle opinioni di Eugenio Scalfari, la Repubblica 27 agosto pag 29)  si copre involontariamente di ridicolo, perché il  “maggior esponente del partito nostro avversario temporaneamente alleato” in più occasioni  ha dichiarato che i giudici della “corte” gli sono pregiudizialmente contrari  per il loro essere di sinistra , che gli bocciano tutte le leggi sulla giustizia  approvate dal “suo” parlamento, veda la sconcezza del “lodo Alfano” . Dunque lei vorrebbe che Berlusconi possa appellarsi, tramite la giunta delle autorizzazioni proprio a quei giudicanti  che il pregiudicato ha offeso?  Considerato quanto emerge dai media, l’intenzione appare poco realistica.

 Per  consigliare qualcuno perché aumenti il suo consenso scambiandolo per  democrazia , forse è bene volgere lo sguardo verso l’attuale destra che  nella sua schematicità  sposa invariabilmente le tesi della “pitonessa” che sibila :

L’on. G  Merlo nel suo articolo  “Tre vizi da evitare del 27/7/2013, www per il domani.it” fa riferimento ad una struttura del PD  dominato” dalla bramosia della pianificazione delle carriere personali e dal posizionamento tattico”.

Quale suo estimatore , considerata l’intervista al Corriere della Sera , mi auguro  che non si persegua questa strada almeno dai dirigenti che  hanno dato un lungo impegno nel partito  per l’affermazione e la difesa  della democrazia.

  La ringrazio per avermi letto, gradisca cordiali saluti.

Elidio Dellacqua

    Print       Email
  • Published: 4 anni ago on 20 settembre 2013
  • By:
  • Last Modified: aprile 20, 2014 @ 3:05 pm
  • Filed Under: Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

Intervista al nuovo Segretario del circolo PD di None – Alessandro Cattelan

Read More →