Loading...
You are here:  Home  >  Motori  >  Current Article

Maserati Ghibli, esordio del Tridente nel segmento E

By   /  3 maggio 2013  /  No Comments

    Print       Email

Maserati GhibliFinalmente ci siamo! Dopo il debutto della sesta generazione della Maserati Quattroporte (M156), a Shangai è il turno della Maserati Ghibli (M157), berlina a quattro porte premium di segmento E della casa del tridente: non ci sono dubbi, sarà lei la regina indiscussa della kermesse cinese. La nuova Maserati, definita inizialmente “baby Quattroporte”, rappresenta l’ingresso del tridente in un nuovo segmento di mercato. La vettura, insieme alla Quattroporte, sarà prodotta a Grugliasco nello stabilimento Avvocato Giovanni Agnelli Plant, (ex Bertone), che ha riaperto i battenti dopo un lungo periodo di cassa integrazione, non ancora terminata per molti purtroppo. Il gruppo Fiat ha investito un miliardo di euro per la produzione dei due modelli con l’obbiettivo di aumentare la produzione, esordendo in un segmento inferiore rispetto alla tradizione pur mantenendo alte le prestazioni e la qualità degna del marchio.

Osservandola, la Ghibli ha un carattere più sportivo e dinamico rispetto alla Quattroporte, grazie a segni distintivi come il frontale dall’aspetto deciso ed accattivante e la fiancata filante ma muscolosa che si conclude nel posteriore dal design molto personale. Le novità non finiscono qui, la Ghibli sarà la prima Maserati di sempre ad essere equipaggiata da una motorizzazione diesel, un 3.0 V6 offerto in due livelli di potenza da 250 e 275 cv. La casa costruttrice ha tenuto a precisare che il nuovo propulsore diesel conserverà il sound e le caratteristiche di tutte le motorizzazioni Maserati con consumi notevolmente ridotti pari a 6 litri per 100 km. Non mancherà per i puristi del marchio un 3.0 biturbo a benzina a 6 cilindri suddiviso in due step: 330 e 410 cv. Entrambe le unità sono abbinate alla trasmissione automatica ad otto marce e saranno disponibili sia in versione a trazione posteriore, sia con il nuovo sistema di trazione integrale Q4.

Gli obbiettivi da raggiungere con questa vettura sono molto ambiziosi: raggiungere il traguardo dei 50000 unità nei prossimi tre anni, la concorrenza c’è e sicuramente sarà una bella battaglia tra la Ghibli e le blasonate tedesche ma le carte in regola ci sono tutte, stile, qualità, motorizzazioni ed affidabilità. La Ghibli rappresenta la seconda vettura della trio delle meraviglie prevista da Maserati, la prossima, ovvero la Levante (M161), verrà presentata nel 2014, anno in cui l’azienda festeggerà i suoi primi 100 anni la cui produzione è prevista nello stabilimento di Mirafiori.

Luca Dragotti.

    Print       Email
  • Published: 5 anni ago on 3 maggio 2013
  • By:
  • Last Modified: marzo 29, 2014 @ 11:39 am
  • Filed Under: Motori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like...

COMUNICATO STAMPA – ANALISI: 6 anni di Superbollo

Read More →